CITTA' E AMMINISTRAZIONI

L'APPROCCIO DEI PRODUTTORI D'AMBIENTE

 

Convertiamo le zone periurbane

da "deserti agricoli" in aree da vivere ricche in biodiversità

e che forniscono servizi alle vicine città

Replichiamo questo modello per i clienti

e le amministrazioni in tutto il mondo

LE PRIME APPLICAZIONI

Giussago, ITALIA
Marula, KENYA
Ontario, CANADA
Louisiana, USA

IL PROCESSO

come funziona

L'agricoltura ha lasciato un'impronta indelebile sul paesaggio, trasformando quelle che prima erano aree boschive in campi aperti e pascoli dove le moderne monocolture hanno procurato un effetto dannoso alla biodiversità, alla fertilità del suolo e all'ambiente in generale.

La fertilità del suolo è andata via via diminuendo a causa delle attività umane e delle pratiche agricole basate su monocolture, insetticidi chimici, riduzione di biodiversità e sull'uso di fertilizzanti coposti solo da macro elementi (fosforo, azoto e potassio).

Tutto questo ha portato ad un aumento della CO2 e delle emissioni di metano, rendendo l'agricoltura una delle principali cause al mondo della produzione di gas effetto serra.

PRIMA

Siamo sicuri che questo sia l'unico modello applicabile?

DOPO

Nel 1996 NeoruraleHub, in collaborazione con tre Università internazionali, ha avviato un progetto che comprendeva circa 500 ettari situati alla periferia di Milano.

L'esperimento fu condotto per migliorare il cosiddetto "deserto agricolo" tipico del nord Italia, dove i campi agricoli vengono ampiamente sfruttati nel modo più intensivo per produrre più cibo ma senza lasciare abbastanza spazio per flora e fauna.

Quest'area, la Cassinazza, è stata ridisegnata secondo le specifiche della Pianura Padana preistorica: sono stati piantati circa 1,8 milioni di piante, ricreati canneti e zone umide come filtro per l'acqua e protezione alle colture. La natura ha potuto, così, rigenerarsi.

NeoruraleHub con il suo esperimento ha dimostrato che la biodiversità può essere ricreata persino dove le attività umane e l'urbanizzazione hanno impoverito l'ambiente per decenni.

 

In pochi anni la natura può rigenerarsi dai danni creati in decadi, riportando la biodiversità e la fertilità del suolo dell'era per industriale.

Le proprietà di NeoruraleHub sono tornate all'anno 1.000 in termini di biodiversità mentre la fertilità del suolo è cresciuta del +153% in soli 20 anni. Tutto questo è avvenuto a soli 18 km dal centro di Milano.

NeoruraleHub mostra come la produzione agricola possa esistere in fianco alla natura garantendo un ambiente sano e bello da vedere, da tutti i punti di vista.

Esistono notevoli interazioni a livello di servizi ecosistemici tra città e zone rurali periurbane che sono cruciali per la sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

Dal canto loro, le zone rurali sono i principali fornitori di servizi legati a qualità dell'aria, risorse idriche, gestione dei rifiuti e biodiversità di cui le città hanno bisogno mentre dall'altro lato le città possono offrire altri tipi di servizi a livello di strutture che no potrebbero in altro modo trovarsi se non nelle zone urbane. 

Unendo le caratteristiche delle due realtà è possibile creare sinergie affinché nelle aree periurbane vengano recuperati l'energia e i rifiuti provenienti dalle grandi città con un conseguente sviluppo di queste aree agricole attraverso l'innovazione di aziende e start up.

.

Natura e tecnologia possono trasformare insieme l'ambiente rendendolo più sano con un conseguente incremento del valore delle proprietà, un'agricoltura più sana e un'industria agroalimentare più sostenibile con una riduzione dell'impatto sull'ambiente.

Contattaci per replicare il modello NeoruraleHub!

Luca Pilenga

COO NeoruraleHub

SCRIVICI
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

Sede Operativa

Innovation Center Giulio Natta

Località Cascina Darsena

27010 Giussago (PV)

Sede Legale

Via Vittor Pisani, 20

20124 Milano